Ecocolor-Doppler TSA: cos’è e a cosa serve

L’Ecocolor-Doppler dei tronchi sovraortici (TSA) è un tipo di ecografia che va ad analizzare la forma e l’attività di arterie e vene del collo. In questo modo è possibile controllare il diametro e lo spessore della parete di un certo vaso per rilevare eventuali restringimenti. Con questo esame si va inoltre a valutare la velocità e la direzione del flusso sanguigno all’interno del vaso stesso.

Per rilevare l’ecografia dei tronchi sovraortici si usa una sonda lineare, di forma diversa rispetto a quella utilizzata per l’ecocardiogramma standard. L’esame non è invasivo e non è doloroso. Il paziente viene semplicemente fatto sdraiare supino e gli si chiede di allungare e ruotare il collo. La forma e la dimensione della sonda permettono di seguire il corso delle arterie e delle vene. In particolare si vanno a visualizzare la carotide, l’arteria vertebrale, la giugulare, l’arteria e la vena succlavia.

Il motivo per cui questo esame andrebbe fatto regolarmente è che l’aterosclerosi e le malattie cerebrovascolari sono fra le patologie più diffuse (nelle società industrializzate sono fra le prime cause di morte dopo i tumori) e riguardano per l’appunto il distretto aortico. L’invecchiamento medio della popolazione dovuto all’allungamento dell’aspettativa di vita aumenta peraltro il rischio di incorrere in questo tipo di problematiche. La formazione di placche non deve essere sottovalutata dal momento che compromette la regolare attività dei vasi che nei casi più gravi è alla base di ischemia cerebrale e parestesia. Attraverso l’ecografia è possibile anche fare delle considerazioni sulle caratteristiche delle placche, come la composizione (ve ne sono alcune formate principalmente da lipidi e altre da calcio), la lunghezza e l’associazione con altre complicazioni come la trombosi. La malattia aterosclerotica da un lato si esprime attraverso degli ispessimenti della parete dei vasi, dall’altra può manifestarsi con dei restringimenti del vaso (in questo caso si parla tecnicamente di stenosi). Con l’ecocolor-Doppler TSA si possono inoltre fare delle considerazioni sul flusso del sangue. La direzione del flusso viene evidenziata con colori differenti, per rendere la visualizzazione immediata e agevole. Confrontando i dati raccolti si possono valutare gli eventuali danni per poi mettere a punto un’efficace terapia. Con lo stesso strumento si potrà poi monitorare l’andamento della situazione nel tempo, valutare se la terapia sta funzionando o se l’intervento chirurgico ha dato gli esiti sperati.

Avete mai fatto questo esame diagnostico? Confrontatevi con il vostro medico di fiducia, potrebbe essere una buona idea farlo a scopo preventivo.

Dott. Fabio Fincati – https://www.cardiologia-fincati.eu/

 

Lascia un commento