Russare o soffrire di apnee notturne può mettere a rischio il benessere del cuore

Russare e soffrire di apnee notturne possono mettere a rischio il cuore, soprattutto quello delle donne.

A sostenerlo è uno studio dei ricercatori del Munich University Hospital di Monaco, in Germania, che hanno analizzato i dati relativi a 4.877 persone sottoposte a risonanza magnetica cardiaca.

Il campione è stato suddiviso in tre gruppi: un gruppo soffriva di apnea ostruttiva del sonno, un altro ha dichiarato di russare, il terzo non presentava alcun disturbo.

In base all’osservazione dei risultati, chi russava o era soggetto ad apnee presentava una massa ventricolare sinistra più grande, con pareti della camera cardiaca più spesse e dunque aveva un cuore “più duro”. Non solo, lo studio ha messo in evidenza che erano le donne ad avere una maggiore differenza nella massa ventricolare rispetto agli uomini.

Fermo restando che questi disturbi incidono negativamente sul benessere del cuore, secondo l’analisi, sarebbero dunque le donne che russano o che soffrono di apnee a essere più a rischio.

Non sottovalutate il russare e le apnee notturne, rivolgetevi a degli specialisti per migliorare la qualità del vostro sonno e non trascurate un check up regolare al cuore.

Ricordatevi che un buon riposo, oltre a uno stile di vita sano e una corretta alimentazione, è alla base del vostro benessere. Sapete quante ore bisogna dormire a notte? Secondo gli esperti, l’ideale per gli adulti è dormire dalle 6 alle 8 ore. Sono molti gli studi che dimostrano come la privazione di sonno possa penalizzare la salute e recentemente i ricercatori hanno analizzato anche la situazione diametralmente opposta, l’eccesso di sonno, evidenziando che, al pari della scarsità, può compromettere il nostro benessere.

Lascia un commento