Attenzione a dormire troppo: fa male alla salute!

Un buon riposo è fondamentale per stare bene, meglio non esagerare però. L’ideale è dormire tra le sei e le otto ore, oltre potrebbero esserci disturbi a carico del sistema cardiovascolare.

A sostenerlo è uno studio condotto da un team di ricercatori canadesi e pubblicato sull’European Heart Journal. Se dormire poco e una scarsa qualità del sonno hanno un impatto negativo sulla salute, anche un eccesso di ore a letto potrebbe non esser così benefico.

Gli studiosi hanno preso in considerazione la durata del sonno (comprensiva di eventuali riposini diurni) di un campione composto da più di 116 mila persone di età compresa tra i 35 i 70 anni, residenti in 21 Paesi con diverso livello di reddito e in sette aree geografiche diverse, ovvero Nord America ed Europa, Sud America, Medio Oriente, Asia meridionale, Sud-est asiatico, Cina e Africa. In indicativamente 8 anni di osservazione, si sono verificati 4381 decessi e 4365 complicazioni cardiovascolari di una certa entità.

Analizzando i dati si è notata una correlazione tra il sonno e il rischio di sviluppare una patologia cardiovascolare o di decesso. Per la precisione il rischio di malattia o di mortalità cardiovascolare aumentava del 17% fra le persone che dormivano 9-10 ore al giorno e del 41% se si superavano le 10 ore di sonno. Attenzione però, anche a dormire poche ore: pure con meno di 6 di sono si registra un aumento del rischio di mortalità e di disturbi cardiovascolari.

Lo studio dimostra in sostanza che la durata ottimale del sonno per gli adulti è stimata tra le sei e le otto ore al giorno.

Non sottovalutate nemmeno il fatto di russare e le apnee notturne, hanno un risvolto sulla qualità del vostro sonno e sulla vostra salute.

In caso di anomalie del sonno, oltre a rivolgersi a degli specialisti, è una buona idea tenere sotto controllo il cuore con dei check up regolari.

 

Lascia un commento